La modalità di compenso “TARIFFA PERSONALIZZATA” prevede che l’attività svolta dall’Avvocato sia retribuita sulla base dei seguenti compensi concordati con il cliente per ciascuna fase del giudizio: in tal modo il Cliente è a conoscenza, sin dall’inizio della prestazione, di quali saranno i costi dell’assistenza legale e quando detti costi verranno sostenuti. Tale tipologia, consiste, pertanto, in un preventivo che viene accettato dal cliente in sede di conclusione del contratto.

IDENTIFICAZIONE DELLE FASI
Fase di esame e studio della vertenza.
Fase introduttiva del giudizio.
Fase istruttoria
Fase decisoria.
Per la definizione delle varie fasi e l’individuazione degli atti e delle attività in esse ricomprese si fa riferimento alle disposizioni del D.M. Giustizia n. 140 del 20.07.2012.

DEFINIZIONE TRANSATTIVA DELLA VERTENZA. Nell’ipotesi di definizione stragiudiziale della vertenza saranno dovuti all’Avvocato i compensi previsti per la fase o per le fasi del giudizio già svolte maggiorati del 25%.

CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA
In caso di definizione del giudizio con la liquidazione delle spese legali a carico della controparte l’Avvocato avrà diritto di pretendere da controparte le somme liquidate dal Giudice, ove eccedenti il compenso pattuito dal proprio cliente.

ESCLUSIONI. Sono espressamente esclusi dai compensi sopra indicati i costi relativi alle attività professionali svolte dai consulenti di parte, nonché tutte le spese anticipate per conto del cliente e le altre spese infra dettagliate; sono altresì escluse dai compensi sopra indicati eventuali fasi incidentali del procedimento quali, a mero titolo di esempio, accertamenti tecnici in corso di causa, regolamenti di giurisdizione e/o di competenza, impugnazioni di provvedimenti cautelari in corso di causa, impugnazioni di sentenze parziali. Sono infine esclusi dai compensi sopra indicati le fasi del giudizio successive al primo grado, nonché la fase di esecuzione.

SPESE. Oltre ai compensi relativi a ciascuna fase, come sopra indicati, le parti convengono che sono dovute all’avvocato le seguenti spese:
– spese di scritturazione di ogni facciata originale: 2,50€ in lingua italiana – 4,50€ in lingua straniera;
– spese di fascicolazione: 10,00€;
– spese di invio fax ed e-mail (per ciascun destinatario): 2,50€ in Italia – 3,50€ per l’estero;
– spese generali di studio: 12,5% della somma dei compensi relativi a ciascuna fase;
– spese anticipate per conto del cliente (marche da bollo, contributo unificato, diritti di cancelleria, costi vivi delle notifiche, costi vivi della corrispondenza);
– spese di trasferta: per ogni trasferta fuori dal circondario del domicilio professionale è dovuto un compenso pari ad € 25,00 per ogni ora di trasferta (ad eccezione di quelle per cui è dovuto l’onorario legale) con un massimo di 8 ore giornaliere. Sono inoltre dovute le spese di trasporto (treno in 1° classe; aereo in classe economica per tratte nazionali e all’interno dell’UE, classe business per le trasferte extra-UE) le spese di soggiorno in hotel 4 stelle e le spese di vitto che vengono rimborsate a piè di lista. Per gli spostamenti in automobile sarà fatturato un costo forfetario di € 0,40 per chilometro, oltre alle spese per i pedaggi autostradali.

CONTRIBUTI PREVIDENZIALI e IVA. Sulla somma dei compensi e delle spese (ad eccezione dei rimborsi sulle spese anticipate per conto del cliente che restano escluse da imposizione a fini IVA) è dovuto inoltre dal cliente, a norma di legge, un contributo pari al 4% da versarsi alla Cassa di Previdenza ed Assistenza Forense, nonché, l’Imposta sul Valore Aggiunto nell’aliquota prevista dalla legge.

FATTURAZIONE E PAGAMENTI. Il progetti di parcella in acconto saranno rimessi al cliente al termine di ciascuna fase. La fase introduttiva è fatturata al momento della redazione dell’atto introduttivo e deve essere saldata prima dell’iscrizione a ruolo della causa.
I progetti di parcella dovranno essere evasi dal cliente – con bonifico sul conto indicando nel documento stesso – entro il 15° giorno successivo al loro ricevimento: il mancato pagamento comporterà la risoluzione del rapporto di patrocinio con interruzione delle prestazioni, mentre sull’importo dovuto decorreranno gli interessi al tasso convenzionale del 5,00% annuo dal predetto termine di scadenza.

Scarica l’allegato “A” al contratto di patrocinio relativo alla tariffa:

CONT.Allegato A – personalizzata