Con la nostra “TARIFFA FORFETARIA” il compenso dell’Avvocato è predeterminato in misura fissa e definitiva per tutta l’opera prestata: tale compenso viene pattuito al netto delle imposte, dei contribuiti e delle spese che devono essere rimborsate secondo le modalità di seguito indicate.

SPESE.

Oltre al compenso contrattato con l’Avvocato, le parti convengono che sono dovute all’avvocato le seguenti spese:

– spese di scritturazione di ogni facciata originale: 2,50€ in lingua italiana – 4,50€ in lingua straniera;

– spese di fascicolazione: 10,00€;

– spese di invio fax ed e-mail (per ciascun destinatario): 2,50€ in Italia – 3,50€ per l’estero;

– spese generali di studio: 12,5% della somma dei compensi relativi a ciascuna fase;

– spese anticipate per conto del cliente (marche da bollo, contributo unificato, diritti di cancelleria, costi vivi delle notifiche, costi vivi della corrispondenza): come da note riepilogative indicate nei progetti di parcella;

– spese di trasferta: per ogni trasferta fuori dal circondario del domicilio professionale è dovuto un compenso pari ad € 25,00 per ogni ora di trasferta (ad eccezione di quelle per cui è dovuto l’onorario legale) con un massimo di 8 ore giornaliere. Sono inoltre dovute le spese di trasporto (treno in 1° classe; aereo in classe economica per tratte nazionali e all’interno dell’UE, classe business per le trasferte extra-UE) le spese di soggiorno in hotel 4 stelle e le spese di vitto che vengono rimborsate a piè di lista. Per gli spostamenti in automobile sarà fatturato un costo forfetario di € 0,40 per chilometro, oltre alle spese per i pedaggi autostradali.

CONTRIBUTI PREVIDENZIALI e IVA. Sulla somma dei compensi e delle spese (ad eccezione dei rimborsi sulle spese anticipate per conto del cliente che restano escluse da imposizione a fini IVA) è dovuto inoltre dal cliente, a norma di legge, un contributo pari al 4% da versarsi alla Cassa di Previdenza ed Assistenza Forense, nonché, l’Imposta sul Valore Aggiunto nell’aliquota prevista dalla legge.

FATTURAZIONE E PAGAMENTI. Il progetto di parcella o i progetti di parcella laddove l’importo concordato fosse frazionato in più tranches, dovranno essere evasi dal cliente – con bonifico sul conto indicando nel documento stesso – entro il 15° giorno successivo al loro ricevimento: il mancato pagamento comporterà la risoluzione del rapporto di patrocinio con interruzione delle prestazioni, mentre sull’importo dovuto decorreranno gli interessi al tasso convenzionale del 5,00% annuo dal predetto termine di scadenza.

Scarica l’allegato “A” al contratto di patrocinio relativo alla tariffa:

Tariffa Fofertaria